Coerentemente con l'impegno continuo della SS Lazio Atletica Leggera ASD di offrire i migliori servizi ai propri atleti registrati, abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

2018 DivisaUfficiale

TESSERAMENTI 2018

È aperta la campagna tesseramenti con la S.S. Lazio Atletica Leggera 2018!

Nuovo o Rinnovo  € 90.00
   
 Pagamento:  Bonifico: IBAN IT93D0503403256000000901900 
 Causale:  Tesseramento 2018 Nome Cognome
 Beneficiario  S.S. Lazio Atletica Leggera
  • 1° TESSERAMENTO
  • Riservato ai nuovi tesserati ed a chi nel 2017 non era tesserato con altre società
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • RINNOVO ANNUALE
  • Riservato a chi nel 2017 era già tesserato con la S.S. Lazio Atletica Leggera
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • TRASFERIMENTI
  • Riservato a chi nel corso del 2017 era già tesserato con altre società
  • € 90 *
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • * oltre la tassa FIDAL di trasferimento
  • ISCRIVITI

Anche quest'anno la S.S. Lazio Atletica Leggera scende in campo con gli amici di Comici Camici per la Run più buona  della Capitale. Una corsa campestre non competitiva ed una gara di velocità per i ragazzi  per una giornata di sport e solidarietà all'insegna del motto "la salute viene ridendo" ed anche un po' correndo.Anche quest'anno la S.S. Lazio Atletica Leggera scende in campo con gli amici di Comici Camici per la Run più buona  della Capitale. Una corsa campestre non competitiva ed una gara di velocità per i ragazzi  per una giornata di sport e solidarietà all'insegna del motto "la salute viene ridendo" ed anche un po' correndo.Sabato  19 maggio alle ore 10.00 a villa Pamphilj torna la corsa del cuore.

“La maggior parte delle persone corre una gara per vedere chi è più veloce, io corro una gara per vedere chi ha più coraggio.” (Steve Prefontaine, uno dei più grandi mezzofondisti statunitensi degli anni Settanta).

La Cronoscalata al Tuscolo - “Memorial Luca Foligni” è una gara podistica competitiva che si svolge in periodo primaverile a Frascati. La partenza è ubicata alle pendici del colle che porta all’anfiteatro romano del Tuscolo, uno dei siti archeologici più importanti del Lazio. La gara è tutta in salita, dal primo all’ultimo centimetro di strada, e si snoda, per 4 km e 345 metri sulla strada provinciale 73b, che per l’occasione viene completamente chiusa al traffico. Quel che è importante rimarcare di questa gara è il percorso naturalistico che la connota: si corre riparati dalle fronde di un boschetto e, ad ogni curva si sale sempre più in alto. Soprannominata da molti “la gara nella gara” per la difficoltà del percorso e la preparazione atletica richiesta, quest’anno è giunta con successo alla seconda edizione.

Solitamente le partenze vengono date scaglionate in base al tempo di accredito comunicato in fase delle iscrizioni, ma questo 18 marzo si è deciso di partire tutti insieme, quasi in un intento solidaristico di dare il massimo di sé, uniti dalle condizioni metereologiche avverse. Ed invero, la gara è stata davvero tanto, tanto dura. Si è corso in salita dal primo all'ultimo centimetro di gara, sotto ad una pioggia incessante, gareggiando con gli altri, ma soprattutto con se stessi. Contro quel desiderio di mollare a pochi metri da ogni curva, nella speranza che diventasse più facile. E invece facile non lo è stato mai. Ma arrivare a terminare la gara così, raggiungere la cima, è anche più meritevole e soddisfacente. Una cordata di atleti, piccoli e grandi, si è snodata per un'impervia salita: chi raggiungeva gli atleti che rallentavano un po’, nel non facile sorpasso, li incitava a proseguire o accelerare; qualcuno rallentava per dare una mano a chi rimaneva indietro. Perché, anche se la gara era dura ed era prima di tutto una sfida lanciata a se stessi, si correva anche in memoria di Luca Foligni, un celebre atleta di Frascati scomparso nel 2012, ed ecco che la manifestazione assumeva subito un significato più nobile e alto e tutti correvano “assieme a tutti” e nessuno gareggiava “contro”.

Podio

E anche io, nei momenti più difficili della salita, quando le forze sembravano abbandonarmi sotto alla pioggia battente che non dava tregua, stroncando il respiro, mi aggrappavo all’insegnamento di Confucio - ”non importa, se stai procedendo molto lentamente; ciò che importa è che tu non ti sia fermato”, e, mettendo in fila un passo dopo l’altro, riuscivo a raggiungere il traguardo. Un ringraziamento particolare va al mio allenatore che ha corso in gara assieme a noi in memoria del suo amico e ha saputo incitare e sostenere ogni atleta della squadra a cui è riuscito a correre a fianco. Sopraggiungendo agli ultimi metri che ci dividevano dal traguardo, il suo grido: “vai Sandra, forza! Dai che dietro quella curva è finita!” mi ha sospinta in volata, facendomi guadagnare il 3° posto assoluto donne ( 26-a posizione assoluta su 50, uomini inclusi ), davanti alla giovanissima compagna di squadra, Eleonora Borzi.

Molti atleti della S.S. Lazio si sono distinti nell’impresa e ogni podio ha visto i nostri atleti. Mi riferisco agli agonisti che battono le piste assieme a me, come Mirko Cavassini, 4° assoluto - e battuto per appena 1 centesimo di secondo; Matteo Cuozzo - 7° posto di tutto rispetto, oppure ai giovanissimi Lucchetti Alberto – 5° assoluto e 1° di categoria e Caselli Giovanni – 8° assoluto e 3° di categoria, che hanno fatto loro il podio Juniores, ma anche Eleonora Borzi - 1a arrivata di categoria Allieve. 

Ma anche gli atleti più grandi ed esperti hanno dato il massimo: così Silvio Trivelloni si è classificato 3° assoluto tra gli uomini, mentre Marco Giovannucci e Angelo Taggi, rispettivamente 2° e 3° di categoria. Questa, tra l’altro, è stata la mia prima gara affianco ad Angelo e non posso non fare menzione dell’entusiasmo e dell’allegria che è in grado di rivelare questo atleta. Giocoso, entusiasta, grintoso e scalpitante: in riscaldamento, in gara, durante la premiazione, Angelo ha contribuito a tenere gli atleti della nostra squadra carichi e determinati dall’inizio alla fine.

E come dimenticare, infine, il ritorno in corsa al Parco dell’Ombrellino, esattamente sul il percorso di gara ma in discesa, in compagnia dei compagni di squadra e dell’allenatore, presi alla sprovvista da una grandinata improvvisa...

Vorrei concludere, pertanto, con la frase che penso centri in pieno la descrizione di questa memorabile giornata. L'ho sentita dire allo speaker durante la premiazione e ne rimasi colpita: "il tempo oggi è stato avverso, ma la corsa è anche questa. Avete corso comunque in numerosi e ho visto tanti giovani correre. Questo significa che ci sono ancora ragazzi che ci credono e vogliono fare sacrifici, e di questi tempi è lodevole e raro."

E dal canto mio, penso che la corsa vada esattamente "presa" e vissuta così.

Alex

Primo giorno di ora legale, mannaggia, ci mancava l'alzataccia. Ed abitando a Roma Nord non è proprio il massimo aggiungere che la gara è a Ciampino, praticamente mi conveniva quasi andare all'Urbe e atterrare poi di là, che tanto col riscaldamento sarei arrivato giusto giusto in partenza. Per fortuna la giornata è limpida e l'aria di questa Domenica primaverile (o quasi...) è frizzantina ed allegrotta.

Vabbeh, smaltiti i mugugni di cui sopra sbarco, ehm, arrivo a Ciampino per questa XX edizione della ormai mitica Vola Ciampino. Manco giro l'angolo e subito, in tutta la sua maestosità e bellezza appare il nostro gonfiabile, il più bello di tutti... dal 1900! Passo quelli della concorrenza (ah brutti!) e già si sente in lontananza la voce squillante del grande Angelo "adrenalina" Taggi (pare che la moglie lo metta in carica vicino allo smartphone la sera... ndr). Il rito del ritiro del pettorale è ormai un consueto e lieto appuntamento, seguito dall'altrettanto piacevole foto di gruppo in cui, bisogna dirlo, a rubare clamorosamente la scena sono le nostre fanciulle che con la nuova divisa stanno trasformando sempre più i maschietti della squadra in veri body-guards! 

Senza contare poi l'arrembaggio al nostro Emanuele, reo-confesso di aver pensato e creato questi bellissimi asciugamani che sono davvero piaciuti a tutti, soprattutto perché ancora una volta mettiamo insieme qualcosa di bello e laziale, sia esteticamente, perché gli asciugamani oltre che utili sono davvero belli, e sia spiritualmente, perché come noto l'intero ricavato verrà devoluto alla AssiGulliver, una onlus impegnata a seguire tutte quelle famiglie con propri cari affetti dalla sindrome di Sotos. Bravissimo Emanuele!

Mentre l'orologio corre verso l'ora di partenza arriva la vociona di Angelo che richiama tutti all'ordine e invita gli atleti al riscaldamento pre gara, un quarto d'ora in tutto, "bruciante" direi per qualcuno che forse complice l'ora legale avvisava di trovarsi sul GRA in imminente arrivo.

Partenza alle 10.15, percorso tradizionale, chi non ha partecipato si è perso un grande momento per misurarsi, per competere con amici e runners di altre società. Circa 1700 gli iscritti a questa edizione del ventennale. Percorso molto "ondulato" e tecnico come tradizione vuole per questo ormai consueto appuntamento ante Maratona di Roma. In alcuni punti si è potuto recuperare quanto perso sui tratti in salita, grazie alle quattro discese di circa 400 metri. A parziale consolazione di alcuni nostri atleti, ho visto talune persone arrivare al traguardo, utilizzando anche organi “nascosti” comprese  unghie, lingua naso e... accessoristica varia! Tanta la gente ai lati del percorso che hanno partecipato ed incoraggiato i partecipanti della gara in questione.

Mentre correvo ho ripensato al nostro gruppo compatto, durante il riscaldamento, con le nuove canotte: la ciliegina sulla torta, per la nostra prestigiosa S.S. Lazio Atletica Leggera. I brividi, quelli veri, perché siam Laziali.

18Ciampino2Un “riconoscimento” mio personale e particolare al grande Marco Giovannucci. La sua simpatia non ha eguali. Oh, conosce tutti! Tutti lo salutano e lo riveriscono.  Altro”mito” assoluto è il nostro caro Mauro Dj, mattatore della serata della festa di inizio mese

Vorrei approfittare di queste righe per mandare un caloroso saluto al nostro caro Capitano Fabrizio.  Gli auguro di vero cuore che possa tornare quanto prima a correre con noi.

Per chiudere, al ritorno, mentre mi apprestavo ad andare a ritirare la macchina e passavo in una via dedicata al grande Maestro Giuseppe Verdi, ho sentito un profumo di sugo da infarto... Mi ha ricordato i tempi delle Domeniche passate con i miei genitori, fettuccine e sugo fatto in casa. Scomodando “impropriamente” (e me ne scuso), il grande Marcel Proust, “À la recherche du temps perdu” e le sue “Madeleine”.

Mando un caloroso in “becco all”Aquila” ai partecipanti alla Maratona di Roma. Portiamo sempre in alto i  nostri prestigiosi colori!

Avanti Lazio!


 

Pos.

Pos. M/F

Pos. Cat.

Pett.

Cognome Nome

Cat.

Risultato

RealTime

12

12

9

82

CUOZZO MATTEO

AJPSM

00:33:23

00:33:22

132

127

29

1063

ARIOTI MANFREDI

AJPSM

00:38:38

00:38:33

160

154

31

83

SCHEDI VALERIO

AJPSM

00:39:25

00:39:22

200

188

27

1079

GIORGI STEFANO

SM50

00:40:14

00:39:56

213

200

37

1084

NATALINI ANDREA

AJPSM

00:40:22

00:40:09

214

201

29

1064

BERNARDINI STEFANO

SM50

00:40:22

00:40:14

247

233

34

1078

GIOVANNUCCI MARCO

SM50

00:41:02

00:40:46

305

283

55

1077

GIOVAGNOLI VALERIO

SM45

00:42:04

00:41:44

309

287

3

1082

LORETI BRUNO

SM65

00:42:10

00:42:05

373

346

65

1090

STELLATI ANDREA

SM40

00:42:59

00:42:51

413

384

79

1081

LONZI CLAUDIO

SM45

00:43:36

00:43:17

482

447

95

1093

ZANCHE' LUCA

SM45

00:44:35

00:44:26

535

493

79

1066

BOSCHETTI MAURO

SM50

00:45:12

00:44:53

715

644

142

1091

TAGGI ANGELO

SM45

00:47:29

00:47:04

741

668

116

1092

VIRGILI LAMBERTO

SM50

00:47:45

00:47:34

763

683

122

1071

COSENZA PIETRO

SM50

00:47:59

00:47:29

797

84

19

1068

CANCELLIERI EMANUELA

SF40

00:48:14

00:47:54

809

724

80

1088

SCHEMBRI SALVATORE

SM55

00:48:21

00:48:01

934

829

150

1070

COLLACCHI CARLO

SM50

00:49:46

00:49:20

961

115

27

1075

ESPOSITO LAURA

SF45

00:50:00

00:49:48

969

853

53

1067

CAMPONESCHI GIUSEPPE

SM60

00:50:08

00:49:23

1010

130

23

1065

BORZI ELEONORA

AJPSF

00:50:45

00:50:03

1021

135

26

1073

COSI FRANCESCA

SF40

00:50:50

00:50:06

1044

140

27

1080

LIBERATI DONATELLA

SF50

00:51:09

00:50:56

1077

145

9

1072

CRISTOFORI ALESSANDRA

SF55

00:51:35

00:51:23

1189

1010

190

1087

PEZZELLA ALFREDO

SM50

00:53:21

00:53:08

1265

1065

121

1069

CASTRICHELLA FEDERICO

SM35

00:54:21

00:53:55

1309

209

25

1074

DI SANTO BEATRICE

SF35

00:54:55

00:54:43

1310

1101

86

1083

MERLINO MAURO

SM60

00:54:55

00:54:41

1315

1104

153

1076

GIANNI GAETANO

SM55

00:54:59

00:54:25

1521

1245

166

1085

NOCERA PAOLO

SM40

00:59:51

00:59:25

1640

327

45

1089

PSAREVA EKATERINA

AJPSF

01:06:27

01:06:01

Il nostro Silvio Trivelloni vince la terza edizione dell'ultramaratona "La 6 ore della Reggia" che si e' svolta Sabato 10 Marzo a Caserta.

L'atleta della S.S.Lazio Atletica Leggera nelle 6 ore di gara ha compiuto quasi 73 giri su un percorso ad anello di 1170 mt per un totale di 85km e 400mt e per soli 97 metri non ha ottenuto la migliore prestazione mondiale dell'anno.  

Nella competizione erano presenti alcuni dei migliori atleti Nazionali, uno tra tutti Stefano Velatta, Campione Italiano della 100km, giunto in seconda posizione.

Ricordiamo che Silvio è alla sua seconda esperienza e seconda vittoria su un gara di Ultramaratona di 6 ore. La prima fu a Ravenna Settembre 2016 dove vinse registrando anche il record della manifestazione. Questo il commento delvincitore: "Sono molto contento del risultato ottenuto, ci speravo, ma su gare così lunghe nulla è scontato fino all'ultimo metro. Infatti la mia poca esperienza mi ha portato a correre una decina di km tra il 60esimo e il 70esimo a 4' al km e anche poco meno e mi ha fatto essere poco regolare nel finale, considerato che fino al 70° esimo km viaggiavo in media chiusura di 88 km. Poi nel finale ho pagato lo sforzo. Credo di avere un potenziale migliore nelle gambe spero che il tempo mi dia modo di esprimerlo. La testa è il vero motore del nostro corpo questo è quello che mi ripeto mentre corro."

Complimenti Silvio!