Coerentemente con l'impegno continuo della SS Lazio Atletica Leggera ASD di offrire i migliori servizi ai propri atleti registrati, abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

2018 DivisaUfficiale

TESSERAMENTI 2018

È aperta la campagna tesseramenti con la S.S. Lazio Atletica Leggera 2018!

Nuovo o Rinnovo  € 90.00
   
 Pagamento:  Bonifico: IBAN IT93D0503403256000000901900 
 Causale:  Tesseramento 2018 Nome Cognome
 Beneficiario  S.S. Lazio Atletica Leggera
  • 1° TESSERAMENTO
  • Riservato ai nuovi tesserati ed a chi nel 2017 non era tesserato con altre società
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • RINNOVO ANNUALE
  • Riservato a chi nel 2017 era già tesserato con la S.S. Lazio Atletica Leggera
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • TRASFERIMENTI
  • Riservato a chi nel corso del 2017 era già tesserato con altre società
  • € 90 *
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • * oltre la tassa FIDAL di trasferimento
  • ISCRIVITI

 … se si ha la freschezza di ammirare il panorama!

Il periodo è quello giusto, la stagione è quella dei lunghi, molti si stanno preparando per la Roma Ostia e per la Maratona di Roma.

Per me, che da anni vivo in questa zona a Nord est di Roma, è un momento emozionante: il percorso si svolge interamente in zone che spesso frequento sia in allenamento che per svago e il pensiero di correre la 1^ edizione di una nuova Mezza maratona proprio in questa zona mi ha catturato da subito. Il percorso è veloce, dicono, ed in effetti tra partenza ed arrivo c’è un dislivello negativo di circa 92 metri. Tuttavia guardando il profilo altimetrico (ma soprattutto conoscendo le strade del percorso) si scopre che il dislivello di -92 metri passa attraverso diversi saliscendi. Ho il sospetto che chi non è abituato a correre in salita possa accusare il colpo. Comunque coraggio, ormai non c’è possibilità di scelta: alla zona di partenza (Palombara Sabina) si arriva nei pullman messi a disposizione dall’organizzazione dopo aver parcheggiato l’auto nella zona arrivo (Tivoli) e quindi, in un modo o nell’altro, i 21.097 metri previsti bisognerà comunque percorrerli!

Arrivato in zona parcheggio ho incontrato Chiara, con la quale condivido i Mercoledì del Clinic allo stadio della Farnesina. Saliamo sul primo pullman utile e ci avviamo in direzione Palombara Sabina. Il viaggio ci dà modo di vedere il percorso che tra poco faremo al contrario. Arrivati in zona partenza troviamo altri runner già impegnati nel riscaldamento; quindi ci affrettiamo verso gli spogliatoi e ci prepariamo. Consegnamo lo zaino agli addetti che lo riporteranno a Tivoli e via, iniziamo anche noi il riscaldamento.

image1Alle 10 in punto viene data la partenza, siamo tanti partecipanti, circa 650. La giornata è fredda (sulle cime intorno a noi si vede la neve caduta la notte scorsa) ma il tempo è bello ed il sole, oltre che la fatica, ci scalderà. La gara comincia subito in discesa e i ritmi sono sostenuti ma dopo 2 km circa si inizia a salire. Si proseguirà con continui saliscendi fino al centro abitato di Marcellina da dove comincia il tratto più veloce del percorso: dal km 11 al km 13 ci si presenta una “benedetta” lunga e consistente discesa. Il mio obiettivo è quello di migliorare il P.B.: 1:32:25 ottenuto alla Roma-Ostia dell’anno scorso. Cerco quindi di sfruttare la discesa per recuperare le forze senza tuttavia rinunciare a spingere. Dal 13 km in poi inizia la parte più difficile del percorso che sale fino Tivoli attraverso una serie continua di saliscendi. Gli ultimi due km presentano un panorama mozzafiato: sulla destra si vede tutta la valle dell’Aniene, siamo alti e davanti a noi appaiono le stupende cascate che passano dentro villa Gregoriana. Si passa per la seconda volta sotto il ponte ferroviario, si curva a destra, e si affronta l’ultimo tratto della salita che ci porta in vista di Tivoli. Gli ultimi 300 metri sono fortunatamente in leggera discesa e sembrano fatti apposta per permetterci di giungere sotto l’arco dell’arrivo in volata e (apparentemente) freschi.

E’ fatta. Il cronometro segna 1:30:19. Personal Best e grande felicità. Una gara bellissima che mi riprometto di fare anche l’anno prossimo.

You have no rights to post comments