Coerentemente con l'impegno continuo della SS Lazio Atletica Leggera ASD di offrire i migliori servizi ai propri atleti registrati, abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Tesseramenti2019

TESSERAMENTI 2019

È aperta la campagna tesseramenti con la S.S. Lazio Atletica Leggera 2019!

Nuovo o Rinnovo  € 90.00
   
 Pagamento:  Bonifico: IBAN IT93D0503403256000000901900 oppure con una carta di credito via PayPal;
 Causale:  Tesseramento 2019 Nome Cognome
 Beneficiario  S.S. Lazio Atletica Leggera
  • 1° TESSERAMENTO
  • Riservato ai nuovi tesserati ed a chi nel 2018 era tesserato RunCard Fidal
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2019 e la canottiera bandiera ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzata in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • RINNOVO ANNUALE
  • Riservato a chi nel 2018 era già tesserato con la S.S. Lazio Atletica Leggera
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2019 ed il kit master composto da una giacca smanicata antivento e da una t-shirt tecnica a manica lunga
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • TRASFERIMENTI
  • Riservato a chi nel corso del 2018 era già tesserato con altre società
  • € 90 *
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2019 e la canottiera bandiera ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzata in partnership con la S.S. Lazio
  • * oltre la tassa FIDAL di trasferimento
  • ISCRIVITI

Quella che racconto oggi è una storia di amore per la corsa e di amore per la vita: due storie di vita unite dalla passione per la corsa, che, incontrandosi per caso, decidono di condividere una corsia in nome di un obiettivo.

Tutto inizia con una telefonata di una cara amica di famiglia, Presidente dell’associazione socio-umanitaria Vivi Vejo Onlus e promotrice di molteplici iniziative sociali, culturali, umanitarie e solidaristiche sul territorio romano. La “signora che insegna a vivere a occhi chiusi” e vive la vita al passo di slogan: "Diamoci una mano”, mi telefona la mattina di un tranquillo mercoledì lavorativo con l’idea di rappresentare la sua associazione nella celebre Maratona di Roma in aprile. L’idea di correre così tanti chilometri mi spaventa un poco e illustro le mie perplessità. L’iniziativa, però, è splendida e non vogliamo rinunciarci. Spunta fuori il nome di un ragazzo ipovedente che nello stesso giorno della Maratona correrà la Stracittadina non competitiva di 5km - impresa decisamente più abbordabile per me, che da anni sono una siepista conclamata. Le idee si rincorrono velocemente ed ecco che già siamo d’accordo di contattare Sandro per condividere con lui il nostro entusiasmo. Telefono a Sandro. Mi risponde una voce entusiasta, scherzosa e felice e, in men che non si dica, ci organizziamo per incontrarci e provare a correre insieme…

È mercoledì pomeriggio, il sole riscalda i cuori dei passanti, io e Sandro ci dirigiamo al campo d’atletica in macchina. “La vedi la macchina? E’ questa gialla, entra dentro. Ho una guida audace, ma sulla strada sono molto attenta” – cerco di rassicurare Sandro, anche se lui sembra non averne bisogno. Sorride e si sistema. Cinture allacciate, parto lentamente e con maggiore cura rispetto al solito: non riesco a togliere dalla mente il pensiero di avere accanto una persona fragile, che necessita di protezione. Ma Sandro non è fragile affatto: è spontaneo, affabile, deciso e riempie la macchina di allegria e serenità. I discorsi si intrecciano ed ecco che già ci siamo raccontati parte delle nostre vite: ci unisce l’amore per lo sport e un’inesauribile determinazione nel portare avanti quello a cui teniamo particolarmente. Qualche dettaglio autobiografico e ci trasformiamo presto in amici di lunga data. “Senti Sandro, ma tu hai mai corso allo stadio?” “No,” – mi risponde spontaneo: ”non ancora. Ma mi piacerebbe molto. E’ bello questo stadio dove mi porti? E’ una buona mezzora che siamo in viaggio, deve essere lontano da dove abiti e lavori…” Sorrido: l’atletica mi accompagna da sempre nella vita e i 15 anni passati in corsa a difendere i sogni mi hanno insegnato che dentro ognuno di noi esiste “una forza più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà” ( cit. A. Einstein ), in grado di trasportarci al di là di ogni ostacolo e renderci migliori. Perché è proprio negli allenamenti sotto alla pioggia battente, freddo e grandine, avverso il vento, sole cocente e aria afosa, fianco a fianco ai tuoi compagni nell’impegnare quell’unica corsia - restando in scia o lottando in volata - accomunati dalla fatica e desiderio di avvicinare il limite, che si conosce quel profondo senso di cameratismo, appartenenza e mutua fiducia - nell’altro, in sé stessi, nelle proprie capacità… Rispondo: “sono cresciuta allo stadio della Farnesina, ci corro da quando ero una bambina e tutti i miei affetti più cari sono lì. Inoltre, come direbbe Tom Landry, ho incontrato quel tipo di allenatore che “ti dice quello che non vuoi sentire, ti fa vedere quello che non vuoi vedere, in modo che tu possa essere quello che hai sempre saputo di poter diventare”… Lo conoscerai, è una persona splendida e molto preparata”. “Da come ne parli, non ho dubbi. Credo proprio che il tuo campo d’atletica mi piacerà” – aggiunge Sandro mentre parcheggiamo.  

Aiuto Sandro a scendere dalla macchina e nella mia testa risuona la predica di una saggia volpe delle favole: “ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi”… ”L'essenziale è invisibile agli occhi”, ripeto assieme al Piccolo principe per ricordarmelo. Cala il sole, mentre facciamo ingresso allo stadio d’atletica. 

Commenti   

#1 Lucio Carrone Tamburro 2018-03-27 12:13
Complimenti Sandra e Sandro.
Una bellissima esperienza, di quelle che ti fanno sentire migliore e che ti arricchiscono la vita.

You have no rights to post comments