Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

2018 DivisaUfficiale

TESSERAMENTI 2018

È aperta la campagna tesseramenti con la S.S. Lazio Atletica Leggera 2018!

Nuovo o Rinnovo  € 90.00
   
 Pagamento:  Bonifico: IBAN IT28F0311139242000000092571 
 Causale:  Tesseramento 2018 Nome Cognome
 Beneficiario  S.S. Lazio Atletica Leggera
  • 1° TESSERAMENTO
  • Riservato ai nuovi tesserati ed a chi nel 2017 non era tesserato con altre società
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • RINNOVO ANNUALE
  • Riservato a chi nel 2017 era già tesserato con la S.S. Lazio Atletica Leggera
  • € 90
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • Tasse FIDAL incluse
  • ISCRIVITI
  • TRASFERIMENTI
  • Riservato a chi nel corso del 2017 era già tesserato con altre società
  • € 90 *
  • La quota comprende il tesseramento FIDAL per il 2018 ed il completino ufficiale Macron "aquila stilizzata" realizzato in partnership con la S.S. Lazio
  • * oltre la tassa FIDAL di trasferimento
  • ISCRIVITI

Pubblichiamo il testo del bando della FIDAL LAZIO per diventare istruttori e tecnici federali, ci auguriamo che tanti nostri atleti vogliano seguire questa strada così da formare una classe tecnica con l 'aquila sul petto! FORZA LAZIO ATLETICA!!!

Per tutte le info contattare il nostro responsabile Angelo Taggi al 3479432914


BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO REGIONALE PER ISTRUTTORI ANNO 2017 ROMA e ROMA SUD

Il Settore Tecnico del Comitato Regionale LAZIO ,
in collaborazione con il Centro Studi della FIDAL, organizza un corso per il conseguimento della qualifica di tecnico da inquadrare nel livello “ISTRUTTORE” di Atletica Leggera, valido per la conduzione – con l’assistenza e supervisione di un tecnico di livello superiore - di attività di allenamento e di insegnamento delle basi del gesto atletico agli atleti di ogni categoria federale nelle fasi di avviamento alla pratica dell’atletica leggera, con particolare riferimento ai giovani principianti e all’insegnamento sportivo in ambito promozionale e scolastico.
Per l’acquisizione del 1° livello tecnico federale si prevede l’acquisizione delle abilità e conoscenze – generali e specifiche – necessarie alle competenze sopraindicate, i cui esiti di apprendimento corrispondono complessivamente a n. 10 crediti .

Il corso si articola nelle seguenti fasi:

Corso FIDAL istruttori

FASE A. Corso aspirante tecnico di atletica leggera.

Requisiti per l’ammissione al corso:
- avere cittadinanza italiana o degli stati membri dell'UE, per i cittadini non comunitari essere in regola con il permesso di soggiorno previsto dalla legge ed in possesso del titolo di studio equiparato a quello necessario per l’ammissione al corso;
- maggiore età;
- possesso del titolo di studio previsto nell'obbligo scolastico statale;
- non essere stati radiati da una Federazione Sportiva Nazionale o da un Ente di Promozione Sportiva o da una Disciplina Sportiva Associata o associazione benemerita, né soggetti a provvedimento disciplinare in atto da parte di organismi riconosciuti dal CONI;
- non aver riportato nell'ultimo decennio, salva riabilitazione, squalifiche o inibizioni sportive definitive complessivamente superiori ad un anno da parte delle Federazioni sportive nazionali, del CONI, delle Discipline Associate e degli Enti di Promozione Sportiva, Associazioni benemerite o di Organismi sportivi internazionali riconosciuti;
- non aver subito sanzioni di sospensione dall'attività sportiva a seguito dell’accertamento di una violazione delle Norme Sportive Antidoping del CONI o delle disposizioni del Codice Mondiale Antidoping WADA

I candidati dovranno presentare la scheda di iscrizione n.1 + informativa sulla privacy presso il Comitato Regionale LAZIO o spedire via fax: 06 3340014 o via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 25 Ottobre 2017 insieme alla quota di partecipazione di € 80,00 comprensiva dei costi dell’assicurazione da versare a mezzo bonifico bancario alle seguenti coordinate: IBAN- IT39I0100503309000000005017 intestato a: Comitato Regionale FIDAL LAZIO (specificando nome e cognome del corsista) Il corso si svolgerà per la TEORIA (28/10/2017)a Roma Sud presso la sala del Palazzetto dello Sport di San Cesareo – Via del Campo Sportivo – e per la PRATICA (29/10/2017) a Roma/Castelporziano presso il Centro Sportivo della Guardia di Finanza - Via Croviana, 120.

Al corso sono ammessi da 15 a 40 candidati, secondo una graduatoria redatta dal Fiduciario Tecnico Regionale .
Programma del corso:
Il corso si sviluppa su 16 ore totali di lezioni teorico - pratiche. I partecipanti sono tenuti a svolgere le attività pratiche previste dal programma muniti di proprio abbigliamento sportivo. La frequenza è totalmente obbligatoria ai fini della successiva iscrizione al Corso Istruttori. Trattandosi di moduli propedeutici non è previsto il rilascio di alcuna qualifica.
Il corso sarà tenuto esclusivamente dai Formatori appositamente indicati dal Centro Studi & Ricerche FIDAL.

FASE B. Tirocinio

Al termine di questa prima fase l’aspirante Tecnico seguirà un tirocinio ( da svolgersi - secondo le modalità indicate a tutti i Comitati Regionali dal Centro Studi FIDAL - nell’arco di un periodo da 1 a 3 mesi per la durata complessiva di 24 ore = 1 credito) consistente 

in un affiancamento a un Tutor (tecnico Allenatore o Allenatore Specialista), orientato principalmente all’attività tecnico-didattica sul campo con atleti nella fascia di età 8-15 anni.
Il Fiduciario Tecnico Regionale provvederà all’assegnazione dei candidati ai Tutor. Per ogni tirocinante il Tutor compilerà un’apposita certificazione dell’apprendimento non formale correlato alle abilità tecnico-pratiche acquisite. Tale certificazione sarà allegata alla domanda di iscrizione al Corso Istruttori (scheda n.2).

Al termine del tirocinio i candidati potranno presentare presso il Comitato Regionale la scheda di iscrizione n.2 ed il Modello Certificazione del Tirocinio con cui potranno iscriversi al corso Istruttori previsto a seguito del Corso Aspirante Tecnico o, al massimo, a quello immediatamente successivo.
I candidati in possesso dei 3 crediti relativi ad abilità personali derivanti da ruoli rivestiti in ambito federale o da titolo di studio come di seguito indicato possono iniziare la frequenza direttamente dal Corso Istruttori:

I crediti derivanti da diversi ruoli non sono cumulabili.

FASE C. Corso Istruttori

Requisiti per l’ammissione al corso:
Possono partecipare al corso Istruttori esclusivamente i candidati che abbiano frequentato il “Corso Aspirante Tecnico” nonché il periodo di Tirocinio previsto, nonché i candidati in possesso dei crediti relativi alle abilità individuali derivanti da ruoli rivestiti in ambito federale come da precedente tabella.
I candidati dovranno presentare la domanda di iscrizione n. 2 ed il Modello Certificazione del Tirocinio presso il Comitato Regionale ............................ entro il .................................. insieme alla quota di partecipazione di €...............
Al corso sono ammessi da 15 a 40 candidati, tra i provenienti dal precedente Corso propedeutico ed eventuali candidati in possesso dei 3 crediti previsti per le abilità personali.
Programma del corso:

Il Corso di articola in n 7 moduli e 30 unità didattiche di 2 ore ciascuna (totale 60 ore), esami finali inclusi. In ogni incontro vengono sviluppate unità di lezione separate da un opportuno intervallo per esigenze didattiche. I partecipanti sono tenuti a svolgere le attività pratiche previste dal programma muniti di proprio abbigliamento sportivo. La frequenza al corso è obbligatoria ed è ammessa l'assenza, per qualsiasi motivo, ad un massimo del 20% delle lezioni (10% nella parte generale e 10% nella parte specifica), limite oltre il quale si perde il diritto di effettuare la prova finale per il conseguimento della qualifica di tecnico di Atletica Leggera, 1° livello (Istruttore).

Il corso sarà tenuto esclusivamente dai docenti indicati dal Fiduciario Tecnico Regionale tra quelli indicati dal Centro Studi & Ricerche FIDAL.

Il conseguimento del livello di Istruttore avviene tramite l’accertamento dell’acquisizione di competenze acquisite dal candidato, attraverso i seguenti momenti di valutazione:

ABILITA’ individuali

n. CREDITI

 

Atleta di livello internazionale

(Giochi Olimpici – Campionati Mondiali – Campionati Europei)

3

Esonerato dalla frequenza del Corso Aspirante Tecnico (A) e del Tirocinio (B)

Giudice internazionale

3

Esonerato dalla frequenza del Corso Aspirante Tecnico (A) e del Tirocinio (B)

Laureati in Scienze motorie presso Università NON convenzionate con la FIDAL

3

Esonerato dalla frequenza del Corso Aspirante Tecnico (A) e del Tirocinio (B)

  • -  certificazione frequenza del Corso Aspirante Tecnico

  • -  certificazione da relativa al tirocinio effettuato

  • -  certificazioni relative a ruoli rivestiti in ambito federale

  • -  frequenza Corso Istruttori

  • -  studio personale

  • -  valutazione tramite questionario scritto e colloquio integrativo, con giudizio almeno sufficiente (18/30mi)

abilità individuali

conoscenze relative agli aspetti tecnici specifici e generali dell’atletica leggera

In caso di mancato superamento delle prove finali il candidato, per poter acquisire il livello tecnico, dovrà sostenere nuovamente la valutazione finale, non prima di 6 mesi dalla precedente sessione. Il candidato dovrà essere comunque in possesso dei crediti previsti.
Il Fiduciario Tecnico Regionale provvederà a comunicare l'accettazione della domanda, il programma ed il calendario delle lezioni ed a restituire ai non ammessi le domande con le relative quote d'iscrizione.

Le spese di viaggio ed eventuale soggiorno nella sede del corso sono a carico dei partecipanti.

ATTENZIONE AGGIORNAMENTO IMPORTANTE
Abbiamo selezionato per il viaggio TRENITALIA con questo planning:

  • ROMA TORINO del 14 ottobre, Frecciarossa 9610. Partenza 08.00 arrivo 12.10. Carrozza 8. Posti 11-12
  • TORINO-ROMA del 15 ottobre. Frecciarossa 9575. Partenza 16.20 arrivo 20.55. Carrozza 6. Posti 12-13


Perciò, chiunque voglia stare col gruppo può selezionare questi treni e queste carrozze!!! 

AMICI LAZIALI! Non prendete impegni per il weekend del 14-15 ottobre perché... ANDIAMO TUTTI A TORINO!

Cogliamo la duplice occasione di tifare per i nostri colori nell'anticipo dell'8° giornata di Serie A tra Juventus e LAZIO nel meraviglioso Allianz Stadium prevista appunto per Sabato 14 ottobre alle 18 e poi... Domenica mattina, tutti alla Reggia di Venaria Reale per "Una Corsa da Re", con tre distanze a disposizione: 10, 21.097 e 30K, con una non competitiva di 4K per amici e familiari che volessero unirsi a noi.

Abbiamo fatto un accordo con gli organizzatori che comprende:

  • l'iscrizione alla gara, su qualsiasi distanza;
  • la consegna dei pettorali e dei pacchi gara (gilet antivento) direttamente in hotel;
  • una notte in hotel 4 stelle, al centro, in camera doppia, inclusa di colazione e di late check-out alle 15.00 di Domenica (per consentirci di tornare comodamente per una doccia dopo la gara);

Il tutto al costo di € 94 a persona (l'iscrizione ha un costo tra 25 e 30 euro ed è COMPRESA). I familiari al seguito pagheranno una quota ridotta di € 70.

*** ATTENZIONE! LA SCADENZA DI QUESTA OFFERTA È FISSATA A LUNEDì 25 SETTEMBRE!!! ***

Il trasferimento alla partenza della gara verrà gestito a seconda del numero dei partecipanti.

Per la partita, il biglietto sarà nel settore ospiti e costerà (in attesa di conferma) € 30 e vi comunicheremo nei prossimi giorni le modalità di emissione.

Vi chiediamo intanto di comunicare le vostre adesioni al nostro Giuseppe Vasapollo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. comunicando l'elenco dei partecipanti completo dei dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita), a quali distanze della gara ci si vuole iscrivere e la taglia per il gadget del pacco gara.

La partecipazione è assolutamente APERTA ad amici e familiari, anche di altre società sportive.

LINK al sito dell'organizzatore della gara: http://www.baserunningteam.it/unacorsadare#tab-id-2

Il progetto Clinic

La SS Lazio atletica Leggera offre ai propri atleti l’opportunità di allenarsi nell’impianto di atletica della Farnesina seguiti da un nostro coach che svilupperà programmi di allenamento individuali ritagliati su potenzialità ed obiettivi del singolo.

Il progetto si svolge da settembre a giugno con cadenza settimanale, in particolare: il gruppo si riunisce ogni mercoledì alle ore 18:00 presso la pista di atletica della Farnesina, il coach, dopo un colloquio ed alcuni test specifici, sviluppa un programma di allenamento personalizzato, ritagliato sugli obiettivi proposti di volta in volta dall’atleta, mentre la giornata del mercoledì è dedicata all’allenamento ‘veloce’ con prove di ripetute in pista. Allenarsi in gruppo ha il duplice vantaggio, di essere più stimolante, prevedendo un confronto con gli altri, ma, allo stesso tempo, meno faticoso: si sa ‘mal comune mezzo gaudio’!

Questi gli aspetti per così dire ‘tecnici’ ma adesso veniamo al motivo per cui ognuno di noi non vede l’ora che arrivi il mercoledì, nonostante dal punto di vista qualitativo sia la giornata più faticosa della settimana.

Si dice che la corsa (non chiamatelo running vi pregoooo) sia uno sport individuale, vero, ma questo non significa che noi podisti siamo esseri solitari o asociali, anzi: proprio perchè siamo abituati a correre da soli, spesso anche durante i ‘lunghi’ della domenica, non vediamo l’ora di trovarci e condividere esperienze, sensazioni, aspettative e delusioni chiacchierando e scherzando finchè il fiato ce lo consente.

Volete mettere quanto possa essere stimolante sentire sul collo il fiato del compagno di squadra da cui proprio non ti faresti mai passare e quindi, pure se credi di essere al limite, stringi i denti e ti sorprendi a scoprire che ‘ne hai ancora un po’.

Per non parlare di quando stai ancora girando e ti senti incitare con un ‘lazio alè’ da chi ha già finito o del meritato ‘recovery meal’ a fine allenamento che non rinunci a sgranocchiare chiacchierando insieme al gruppo nemmeno l’inverno quando fa freddo e magari hai a casa figli, mogli mariti o amanti che ti aspettano !

Insomma: anche la fatica è più sopportabile in gruppo, quindi che aspetti ad allenarti con noi???

Il compito dell'adozione di una piazza, di un qualsiasi luogo della nostra città, è sempre ostico. In primis, perché l'amministrazione comunale già per natura tende ad abbandonare i luoghi pubblici in generale, lasciandoli al degrado ed alla deturpazione. Poi, perché nel momento in cui c'è una associazione di volontari che intende occuparsi di quel luogo, allora l'abbandono è ancora più totale.

L'estate poi, di suo, non aiuta, anzi... Il bivacco notturno della movida romana e le temperature bollenti, in assenza di pioggia o vento che magari in altre stagioni collaborano a creare almeno un po' di "movimento", portano ancora problemi, su altri problemi.

f98c2b08 ad6b 4b92 b273 f7bb123298cbQualche mattina fa una nostra atleta al mattino presto si è trovata davanti a questo scempio. Lì sulla piazza da alcuni anni c'è una nota catena di gelaterie, su cui sicuramente non vogliamo gettare alcuna colpa. Ma anche un bimbetto capirebbe che di notte, col caldo, i cestini pubblici accanto alle panchine vengano poi presi d'assalto dai suddetti animatori della movida. Mi ripeto, non voglio con questo colpevolizzare una azienda che pensa solo ed unicamente al suo business (già perché nonostante le nostre richieste non ha mai voluto impegnarsi in alcun contributo), ma certamente se l'azienda stessa procurasse altri cestini da disporre in giro sicuramente scene orrende come queste si vivrebbero con minor frequenza.

Il nostro vicepresidente, Giovanni Carrara, artefice principale di questa adozione, grazie anche al fatto di vivere praticamente nelle vicinanze, è sempre pronto con paletta e scopa per riportare al giusto decoro il nostro salotto.

Già perché le cose se le fai da solo riesci a portarle a casa, altrimenti... Come dicevano le nostre mamme quando eravamo piccolini, "chi fa da sé, fa per tre". 

E la cosa che ci spaventa ancora di più è questa assoluta e totale mancanza di sensibilità non soltanto delle istituzioni, ma anche e sopratutto da chi dovrebbe avere a cuore questa piazza, questo crocevia. 

Il rammarico più grande è sentire Carrara dire: "Nessuno, ne un negozio di quelli sulla piazza, ne uno dei tanti studi di avvocati, commercialisti e notai che sono lì, a ridosso di Piazza della Libertà, si è MAI degnato di contribuire, di sostenere i nostri sforzi. Non soltanto a livello economico, ma anche a livello pratico. Eppure dovrebbero avere a cuore anche loro questa problematica".

E poi accade quello che non ti aspetti. Passi una mattina a Piazza della Libertà per dare una pulita... e gli unici con quel briciolo di sensibilità che ti vengono incontro e ti chiedono "posso aiutare?" sono Petro e sua moglie, due homeless stranieri. Due storie anonime, due vite anonime. Che forse hanno loro malgrado adottato una di quelle panchine come camera da letto vista-stelle. Due "nessuno" che prendono la ramazza ed alle direttive del nostro Giovanni riportano quel cestino di quella foto alle condizioni normali, ma non soltanto, puliscono il marciapiede ed il terreno come se fosse quello spaccato di casa che forse vorrebbero avere. 

af77bf2b 1032 4b13 b029 0e22fd99ff9e

In fondo basta poco. Ed è bastato poco, a raccogliere i rifiuti abbandonati sulla strada. Perché finita la coppetta nocciola e pistacchio, se il secchio è pieno, è più comodo abbandonarla lì, sul marciapiede. Diamine, mica pretenderete che si vada a cercare un secchio meno pieno, magari che dico, a 40 metri di distanza, ma siamo matti???

Grazie Petro. Grazie della tua sensibilità. 

Grazie lo stesso alle istituzioni... in fondo con tanti di quei problemi che abbiamo a Roma, meglio se stanno lontane dalla nostra piazza. Ce la curiamo da soli.

Grazie lo stesso ai commercianti SULLA piazza. In fondo l'indole menefreghista di chi sta li solo perché a fine giornata deve portare la pagnotta a casa è assolutamente proporzionale alla loro vita. indifferente. Si, scusate se oggi sono cattivo in questo articolo. Ma non riesco a tollerare questo aspetto dell'essere umano, il suo disinteresse verso la cosa pubblica. Verso un bene pubblico. Tanti anni fa, il presidente Kennedy disse: "Non chiederti cosa il tuo Paese può fare per te, chiediti cosa tu puoi fare per il tuo Paese". Se anche soltanto un piccolissimo gruppo di quelle aziende, di quegli studi professionali a ridosso della piazza, si sbarazzassero dei loro paraocchi e pensassero al bene comune come qualcosa di cui andare orgogliosi, allora e solo allora potremo veramente portare avanti un progetto di modernizzazione e di trasformazione totale di Piazza della Libertà. Fino a quel giorno, continueremo noi della S.S. Lazio Atletica Leggera, a lavorare sodo e duro, con le nostre pochissime forze, a curare il salotto dalle deturpazioni quotidiane.

Ma si sa, siamo LAZIALI. Siamo abituati a lottare. 

FORZA LAZIO!

Giovedì 25 maggio presso la prestigiosa sede del” Polo Hotel” di Roma in zona Parioli si è svolta la cerimonia di consegna dei brevetti relativi ai Corsi di Atletica Leggera per la stagione 2016/17.

Alla premiazione erano presenti molti rappresentanti della scuola Lazio Atletica: Gianluca Pollini Presidente della società Lazio Atletica, Angelo Taggi Consigliere delegato alle scuole di atletica giovanile. Antonio Di Pompeo Team Manager e coordinatore della scuola di atletica Leggera. Stefano Gaudio segretario della scuola di atletica. E poi gli istruttori: Biagio Tocci, Chiara Maccarrone, Federica Evangelisti, Valeria Secchi e Fabio Brescini.

Il Consigliere Delegato Angelo Taggi ha inaugurato la premiazione con un breve discorso dove ha sinteticamente esposto il corso di preparazione atletica effettuato dagli allievi dal settembre 2016 fino al maggio 2017.

Dopo Il Direttore Taggi è intervenuto il Presidente Pollini.

Il Presidente ha sottolineato con vigore e passione il grande impegno della Lazio:il Presidente Pollini è coinvolto  in prima persona  dal lontano 1982 con obiettivi di anno in anno rinnovati e perseguiti.

Dopo il Presidente si è inserito il Team Manager della scuola Antonio Di Pompeo.

Di Pompeo, dopo aver ringraziato alcune persone della scuola assenti come il Direttore Tecnico Fabrizio Cappabianca e l’Istruttore Leonardo Di Pompeo,  si è soffermato a lungo sugli obiettivi raggiunti dalla scuola nella stagione 2016 / 2017e in particolare al numero considerevole di iscritti; sottolineato i risultati conseguiti nelle gare a testimonianza del buon lavoro svolto da tutta l’equipe della Lazio Atletica ,in particolare dagli istruttori.

A conclusione del suo discorso , Antonio Di Pompeo  ha esposto i nuovi programmi e obiettivi per la stagione 2017 / 2018 sottolineando la novità per i ragazzi di poter usufruire dell’opzione OPEN per partecipare ai corsi tutti i giorni con la quota di iscrizione bloccata. 

2ded01fb fc46 4283 b309 21f63c7124d8